Per analisi statistiche e una migliore esperienza digitale su questo sito, utilizza cookie di "terza parte", ovvero cookie statistici di tipo analitico inviati da Google Inc Analytics   

La Missione dell’Istituto si identifica con la possibilità di mettere in campo tutte quelle attività che possano garantire il raggiungimento del successo formativo degli alunni, in un contesto nel quale le figure coinvolte interagiscono in modo armonioso per la realizzazione di questa finalità.
I riferimenti prioritari in continuità con l’offerta formativa proposta nei precedenti anni scolastici sono:

  • le competenze chiave utili per la vita, secondo quanto stabilito dal Quadro di Riferimento Europeo;
  • gli obiettivi di miglioramento individuati nel Rapporto di Autovalutazione;
  • potenziamento di tutte le attività collegate all’integrazione e all’inclusione.

Vista la specificità della nostra utenza, composta oltre che da alunni sordi italiani e stranieri, anche da udenti italiani e stranieri con background e bisogni di vario tipo, l’offerta formativa si propone di mettere in atto, oltre alla didattica tradizionale, strumenti, metodi, strategie e interventi che garantiscano a tutti pari opportunità di apprendimento e di partecipazione alla vita scolastica.

Nel quadro delle finalità e degli obiettivi di apprendimento propri di ogni classe, l’offerta formativa organizzata nell’ ottica della continuità orizzontale e verticale (per le sedi di Roma) tende a realizzare i seguenti obiettivi:

  • mettere al centro del percorso educativo e didattico, lo studente sordo e udente con i propri ritmi e stile d’apprendimento rafforzare e qualificare la continuità orizzontale e verticale (dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado, per le sedi di Roma) per seguire in modo più coerente e fattivo il percorso scolastico degli alunni;
  • consolidare le competenze chiave di cittadinanza;
  • prevenire e contrastare l’insuccesso scolastico;
  • recuperare lo svantaggio;
  • valorizzare le eccellenze;
  • favorire la didattica laboratoriale e l’utilizzo delle attrezzature informatiche;
  • elaborare percorsi educativi per realizzare il “diritto all’apprendimento” per tutti gli alunni disabili e/o in situazione di difficoltà.
  • I risultati attesi sono:
  • lo sviluppo di nuovi saperi;
  • l’aumento delle capacità espressive e comunicative;
  • l’arricchimento delle competenze della lingua italiana, delle lingue straniere e della LIS (lingua italiana dei segni);
  • il rafforzamento delle competenze logico-matematiche;
  • la strutturazione delle abilità di studio e del metodo di studio personale;

l’acquisizione delle competenze chiave di cittadinanza:

  1.  imparare ad imparare
  2.  progettare
  3.  comunicare
  4. collaborare e partecipare
  5. agire in modo autonomo e responsabile
  6. risolvere problemi
  7. individuare collegamenti e relazioni
  8. acquisire ed interpretare l’informazione

avere consapevolezza della diversità come valore e come risorsa.